Differenza tra sessioni e utenti unici: come leggere questi dati

Google Analytics ti fornisce due dati molto interessanti relativi al traffico del tuo sito web e sono: le “sessioni” o “numero di visite” e gli “utenti unici”.  

Qual è la differenza?

La metrica delle sessioni è data da quante volte il tuo sito web è stato “visto” nel periodo che hai deciso di analizzare.

Gli “utenti unici” invece, sono il numero di utenti che hanno visitato il sito, al netto di quante volte lo abbiano effettivamente visto.

Capiamo meglio con un esempio: se visiti il mio sito 10 volte in un giorno, Google Analytics mi mostrerà 10 sessioni e 1 utente unico, dato per scontato che tu acceda al mio sito 10 volte in un giorno dallo stesso indirizzo IP.

Infatti, se accedi 5 volte dal pc di casa tua e 5 volta dal pc dell’ufficio, avrò 10 sessioni e 2 utenti unici.

Non solo, il dato dell’utente unico è condizionato anche dai cookie presenti sul sito che servono appunto, a tracciare la visita.

Perchè condizionato? Semplice: se accedi ad un sito e accetti i cookie, quando vi riaccedi da stesso indirizzo ip, Analytics non ti vede come un nuovo visistatore. Ti conosce già e nel suo sistema di calcolo entra solo la tua sessione, il tuo comportamento sul sito etc.

Questi dati sono importanti ma NON sono precisi.

Con questo non voglio dire che Google Analytics non è uno strumento preciso per mantenere sotto controllo il traffico sul tuo sito web ma è anche vero, che non può prevedere le abitudini di navigazione degli utenti.

Ad esempio, supponiamo che io decida di acquistare un articolo da un sito e-commerce. Considerato che la procedura di acquisto varia da prodotto a prodotto ma anche in base al soggetto, potrei metterci qualche giorno per decidere. Ci sta, non trovi?

Supponiamo che io abbia bisogno di circa quattro giorni per capire se effettuare o meno quell’acquisto.

La mia vita non si svolge statica sempre sulla stessa scrivania e sullo stesso computer e le mie abitudini di navigazione sono abbastanza eterogenee. Per cui, una prima volta visito il sito dal pc di casa mia e quindi avremo:

  • un dispositivo
  • un browser
  • e un indirizzo IP.

La mattina seguente, mentre vado a lavoro e sono sulla metro, visito nuovamente l’e-commerce per rivedere il prodotto e lo faccio dal mio smartphone e quindi avremo:

  • un dispositivo diverso,
  • un altro browser
  • e un altro indirizzo IP.

Infine, prima di andare via dall’ufficio decido di comprare il prodotto e lo faccio dal pc dell’ufficio.

Per cui cosa avremo?

In totale, se dovessimo isolare il dato, avremmo 3 sessioni e 3 visitatori unici, uno dei quali si è tradotto in una vendita e quindi in una conversione.

A cosa servono questi dati?

Servono per capire come i tuoi potenziali clienti e/o clienti fidelizzati interagiscono con il tuo sito web

Anche in questo caso un esempio può essere d’aiuto:

Se Google Analytics mi dice che un certo numero di utenti visita spesso il mio sito ma non acquista o non compila il form dovrò rivedere:

  1. la strategia;
  2. le informazioni che ho inserito nella pagina che sto analizzando o nella home page;
  3. il copy;
  4. la call to action;
  5. i dati richiesti nel form

oppure, è molto probabile che io stia chiedendo al mio utente di compiere un’azione molto vincolante per il quale non è ancora pronto.

Prima di chiudere voglio farti vedere, però, dove trovi questi dati:

Google Analytics – Tutti i dati del sito web – Pubblico – Panoramica

Infine, se il tuo sito è stato realizzato in WordPress e desideri avere quotidianamente una panoramica rapida ed esaustiva del traffico, ti suggerisco di installare Google Analytics Dashboard per WP. 

 

Leave a Comment